Aprire un negozio online: 7 idee per aprire un negozio online ed iniziare a vendere

7 idee per aprire un negozio online, scopri i nuovi trends ed i modi come aprire il tuo e-commerce

Soprattutto nell’ultimo anno, le tendenze di acquisto online sono cambiate: nel 2020 le vendite digitali hanno superato i 2 miliardi di dollari in tutto il mondo e sembra che la crescita stia addirittura raddoppiando di anno in anno!

Sempre più persone comprano via internet. Perché? Ciò che apprezzano è certamente la personalizzazione dell’acquisto (cosa comprare, come pagare, come farselo spedire…), poi i prezzi ridotti rispetto al negozio, la comodità, ma anche l’esperienza di esplorazione dei prodotti.

Insomma, gli utenti si prendono del tempo per scegliere cosa comprare e lo fanno arrivare comodamente a casa loro. L’aumento degli acquisti online dovrebbe farti pensare di aprirne uno anche tu. Se hai un negozio fisico, ti sarai reso conto, con la recente pandemia, che potresti non tenerlo aperto sempre. Il negozio online ti consente di vendere e guadagnare sempre, 24/7, ovunque tu sia e potenzialmente in tutto il mondo.

Scopriamo quindi insieme Sette idee per aprire un negozio online

Se la tua intenzione è conoscere come aprire un sito e-commerce ti consiglio di leggere questo articolo fino in fondo e di approfondire la tua lettura con questi due articoli consigliati:

I migliori hosting del 2022 per chi vuole realizzare un sito web.
Come realizzare un sito e-commerce da gratis.

Ma prima, leggi questo articolo per scoprire se hai davvero bisogno di un sito per vendere o puoi seguire i trends del momento e sfruttare le piattaforme alternative per il commercio elettronico.

In rete esistono numerosi siti per vendere oggetti online gratis ma devi sapere una cosa molto nota nel mondo del commercio, se qualcuno ti offre qualcosa di gratuito sicuramente dovrà trovare un altro modo per mantenere la sua attività aperta e quindi affrontare le spese della struttura, hardware, software e legali per mantenere attivo il servizio che a te da gratis. Cosa voglio dire con questo? Che i siti per vendere oggetti online gratis, esistono e funzionano molto bene, ma i loro servizi aggiuntivi possono essere costosi e poco redditizi per aziende che vogliono gestire il marketing e realizzare grandi volumi di vendita.
Può avanti ti dirò come vendere online gratis o quasi gratis.
Ovviamente non tutti vogliono aprire un negozio online per avviare un’attività, per questo esistono siti per vendere online usato come Subito, Kijiji, Facebook marketplace e molte altre directory che non nomino in questo elenco perchè ho scritto sul mio blog diversi articoli dedicato a questa tipologia di sito. Se te li sei persi e vuoi leggere questo è il link per scoprire le migliori directory italiane. Ma se non stai cercando  siti per vendere online usato allora continua a leggere perchè di dirò quali trend sfruttare sulle piattaforme per vendere online.

Trend attuali per aprire un negozio online

Nuovi trend per aprire un negozio online

E-commerce privato: crea e vendi i tuoi prodotti

Il modo più tradizionale per cominciare a vendere online è aprire un e-commerce personalizzato che ti consenta di distribuire i tuoi prodotti, creati da te. Si tratta di un modello ad alta redditività ma che comporta investimenti iniziali e anche continui: dovrai gestire la produzione, l’approvvigionamento di materiale, i dipendenti, le spedizioni.

Il vantaggio è che hai tutto sotto controllo e il brand è tuo. Dovrai prenderti cura della tua presenza online per ottimizzare le vendite: un ottimo e-commerce personale bello da vedere, facile da usare e ottimizzato serve per farti trovare più facilmente dai tuoi clienti e aumentare i guadagni.

Negozio Amazon

Aprire un negozio su Amazon è abbastanza semplice e immediato: devi avere un account venditore, se non ne hai ancora uno e puoi crearlo su amazon gratuitamente. Su Amazon dovrai poi pagare delle tariffe in base al piano di vendita che scegli di adottare: questo può essere di base, che permette di postare al massimo 40 inserzioni al mese e chiede appena 0,99€ di commissione su ogni articolo venduto, oppure Pro,  al costo di 39 euro al mese senza limitazioni nella creazione di annunci.

Amazon è un grande nome dell’e-commerce mondiale e aprire un negozio qui significa certamente dare una visibilità maggiore al prodotto con una spesa contenuta e meno fatica rispetto a un e-commerce privato. Tuttavia, non c’è margine di personalizzazione ed è praticamente impossibile creare una brand identity solida su questo sito. D’altro canto, si può raggiungere un buon profitto aprendo il tuo negozio su amazon anche da privato.

Abbonamenti

Questo modello di business offre all’utente la possibilità di sottoscrivere a un abbonamento. Si tratta di un metodo che sta rivoluzionando il mondo dei guadagni online e che potrebbe rappresentare il futuro di questo settore.

Ultimamente il modello degli abbonamenti si è rivelato molto utile per risollevare il mondo dell’editoria, in quanto sempre più persone preferiscono acquistare contenuti digitali, riviste ecc. in grandi quantità, riceverli a casa o leggerli direttamente dal PC. Non solo: questo ha giovato anche al settore dei software, delle esperienze, dell’intrattenimento e molto altro.

Anche il food si è affidato alla vendita online di abbonamenti: molte persone, infatti, preferiscono farsi arrivare la spesa comodamente a casa e a cadenze regolari, senza doverci pensare.

Ti tendenza nel mondo degli abbonamenti, poi, sono le formule a piani illimitati: l’utente paga e può usufruire del servizio senza limiti. Dove sta il guadagno? Nel riuscire ad attrarre un numero maggiore di clienti! Ormai tutte le compagnie telefoniche prevedono questa formula e bisogna dire che funziona.

Dropshipping

Arriviamo a uno dei metodi di vendita online più discusso, il dropshipping. Questo modello vede il commerciante relazionarsi con il cliente e vendergli un prodotto che non ha in magazzino. Sarà quindi un grossista a ricevere l’ordine, imballarlo e spedirlo.

Il vantaggio è presto evidente: il dropshipping non ha spese iniziali. Non bisogna comprare o affittare un magazzino. Si può vendere un prodotto da casa propria, tanto pensa il grossista a tutto il resto.

Non si tratta di una vera e propria piattaforma per eCommerce quella del commerciante perchè ha solo lo scopo di presentare il prodotto e raccogliere l’ordine. Tutto bello, dov’è la fregatura? Ce ne sono essenzialmente due: il grossista potrebbe imporre dei prezzi di vendita troppo alti perché un cliente compri e perché il commerciante possa guadagnare cifre consistenti; la spedizione è gestita dal grossista, ma le lamentele deve subirle il commerciante.

Per questo motivo se hai una vera intenzione di fare business online è spesso consigliabile di aprire un e-commerce con WordPress e WooCommerce piattaforme gratuite. Ma esistono anche altri metodi, altrettanto efficaci, scopriamoli insieme.

Apri un negozio su uno dei principali portali

aprire un negozio online sulle migliori piattaforme

Se vuoi iniziare a vendere oltre ad Amazon, ci sono altri marketplace (piattaforma vendita on line) dove poter avviare la propria attività online spesso anche gratis. Ad esempio possiamo nominare Shopify, con cui è possibile aprire il proprio negozio senza conoscenze di web design e gestire appieno tutte le attività legate alla vendita dei prodotti.

Il bello di Shopify è che esiste una versione gratis e una premium da 29$ al mese.

Come non nominare poi Ebay? E’ necessaria la creazione di un account gratis anche se poi il sito chiede una piccola commissione in percentuale della cifra del prodotto venduto, che può essere circa il 10% fino ad un tetto massimo di 250€. Se non vendi nulla, non devi pagare la tua permanenza su Ebay. Anche Amazon, è un importante canale di vendita per aziende ma anche privati che vogliono iniziare la propria attività nel settore e-commerce. piattaforma vendita on line gratis 

Small Business

Come dice la parola stessa, Small business significa piccola impresa. E’ un modo per lavorare in proprio online che sta spopolando soprattutto sui social, in quanto sempre più persone presentano i loro prodotti sui vari account.

Molte di loro sono studenti che creano oggetti e li vendono ai loro followers per guadagnarci, altri sono adulti che cercano un guadagno extra facendo ciò che gli piace. Di vantaggioso c’è che questo metodo non presenta costi troppo elevati, ma bisogna concentrarsi bene sulla presentazione del prodotto al pubblico. Se non vuoi utilizzare una piattaforma di vendita online gratis o a pagamento puoi sempre seguire i trends e affidarti ad un altro tipo di monetizzazione, vendere sui social networks.

Marketplace sui social network

Si chiama social commerce e da un po’ di anni resta tra le tendenze più diffuse per vendere online. Esistono diversi modi per offrire prodotti sui social:

  • Marketplace Facebook, in cui le aziende creano la loro pagina e la vetrina dove presentare i prodotti
  • Instagram Stories, che consentono di mostrare un prodotto per 24h e rimandare i clienti direttamente sullo shop online
  • IG Shopping, che reindirizza il cliente sull’e-commerce
  • Pinterest Business, che permette di promuovere i prodotti sfruttando il lato visual dell’azienda

B2B

Online non è possibile solo vendere a consumatori finali, ma anche ad aziende. Il venditore può produrre direttamente i prodotti e venderli a un’altra impresa o fare da intermediario. Questo modello richiede ottime doti interpersonali e di comunicazione. Il vantaggio è che il rapporto con il cliente è più solido e professionale, gli ordini sono all’ingrosso, ma la competizione è molto elevata.

Freemium

Il freemium prevede l’offerta gratuita del prodotto e la vendita di prodotti premium. In pratica, l’utente può decidere di usare un servizio online senza pagare e valutare poi in seguito se comprarlo o se affidarsi a dei prodotti complementari.

Aprire un negozio online senza partita IVA

Aprire un negozio online senza partita iva e vendere da privato

Prima di cominciare a studiare come vendere online da privato bisogna subito mettere in chiaro un punto: In Italia non è consentito aprire un negozio online senza partita Iva. Se vendi con continuità dei prodotti, a prescindere dal tuo guadagno che potrebbe anche essere basso, comunque devi dichiararlo allo stato.

Quindi ti starai domandando: Come vendere online da privato?

L’unico modo per vendere online senza Partita IVA è quello di mantenere la vendita occasionale, ovvero non aprendo un vero e proprio e-commerce, non facendo pubblicità o intrattenendo rapporti con grossisti. E’ un bel limite. In questo caso, dovrai affidarti a un Marketplace e vendere giusto qualche oggetto ogni tanto. Un esempio su tutti è il servizio amazon per privati che ti permette di vendere fino a 40 aggetti al mese. Ecco il bottone che ti porta sul sito ufficiale se vuoi scoprire tutti i dettagli del servizio offerto.

 

 

Quanto costa aprire un negozio online?

Quanto costa aprire un negozio online
Quanto costa aprire un negozio online

Ovviamente tutto dipende dal tipo di attività online che stai aprendo. Un e-commerce presenta diverse spese iniziali: se vuoi un sito professionale dovrai affidarti a un web designer e a un bravo copywriter.

Se invece te la cavi con il computer e la comunicazione, puoi sempre occupartene tu, con tutti i rischi legati all’attività. Comunque sia, dovrai pagare un hosting che certamente ti consentirà di contenere le spese rispetto al mettersi in contatto con professionisti.

Il sito va poi mantenuto e bisogna investire in promozioni del prodotto. Dovrai poi calcolare tutti i costi legati alle utenze, alle forniture, alla produzione, all’immagazzinamento, alle spedizioni e molto altro.

Diciamo che un piccolo e-commerce di una decina di prodotti potrebbe richiedere dai 1000€ iniziali e uno più grande e professionale superare tranquillamente i 20.000€ (realizzazione del sito, web marketing, servizi fotografici e scrittura delle schede articolo (copywriting) a queste spese solitamente ci sono d’aggiungere le spese di locazione del magazzino dove stoccare i prodotti ed eventuali spese improvvise che devi sempre poter affrontare.

Se si vuole risparmiare però esistono alternative valide come: Acquistare uno dei migliori hosting per e-commerce con il servizio di vendita incluso: Scopri i migliori hosting WordPress. Oppure affidarsi a piattaforme come Weebly oppure il famosissimo Wix che con un dominio da 10 euro all’anno e qualche servizio aggiuntivo non supererai le 200 euro annue.

Se invece hai una minima conoscenza del web o un amico disponibile a darti una mano puoi scegliere di realizzare il tuo e-commerce da solo ed in modo professionale. Infatti ci sono hosting che offrono WordPress e woo-commerce (il carrello elettronico) già inclusi nella loro offerta hosting. Acquistando un piano hosting e-commerce, puoi avere il tuo sito e-commerce con meno di 100 euro. Inizia adesso a vendere e guadagnare con il tuo e-store.

Aprire un negozio online: 7 idee per aprire un negozio online ed iniziare a vendere

Se hai scelto WordPress e Woo-commerce allora puoi utilizzare le molte risorse WordPress capaci di migliorare il tuo lavoro di creazione del tuo e-commerce. Infatti istallando Elementor building potrai scegliere la tavola dei colori che più si avvicina allo stile del tuo shop, o cambiare lo stile del tuo shop online semplicemente scegliendo un’altra tavola dei colori in base alla stagione o al periodo. Ma questo è solo l’inizio perchè è davvero tanto quello che puoi fare per il tuo sito web, senza conoscere una riga di programmazione o di grafica web.

Aprire un negozio online gratis

Creare sito e-commerce con WordPress

Se le cifre appena segnalate ti hanno scoraggiato, sappi che esiste un modo per aprire un negozio online gratis. Lo abbiamo già accennato, ma affidarti a un ottimo marketplace come eBay, Freewebstore, Prestashop e molti altri ti consentirà di cominciare a guadagnare da subito, a costi ridotti e, se vendi occasionalmente, anche senza partita IVA.

A questo punto sai quali opportunità esistono per agevolare l’apertura di uno shop su internet. Ma la domanda che ti stai facendo da un pò è:

cosa vendere online per guadagnare? quali nuove idee posso seguire per realizzare il mio progetto?

7 idee per aprire un negozio online

Prodotti più venduti online

Vuoi aprire un negozio online ma non sai cosa vendere? Ecco i prodotti più di tendenza:

  • gioielli artigianali
  • magliette personalizzate
  • gadget per cani
  • prodotti per l’ufficio
  • borracce personalizzate
  • make up
  • articoli sportivi

4 importanti idee per pubblicizzare il negozio.

  1. Se scegli di vendere online potresti scegliere di pubblicizzare il tuo shop online attraverso un blog, se non hai abbastanza finanze qui trovi il modo come realizzare un blog gratis.
  2. Vendere i propri servizi o guadagnare con un blog è un ottimo modo per aumentare il fatturato di un negozio fisico, infatti un store di abbigliamento potrebbe realizzare un blog di moda inerente alla sua attività fashion.
  3. Sarebbe un’ottima idea per un ristorante, un’attività di produzione alimentare o un food blogger aprire un blog di cucina, ti lascio il link dove ti spiego come guadagnare con un blog di cucina, ma prima finiamo la lettura di questo articolo.
  4. Se ami viaggiare, invece, potresti scrivere dei tuoi viaggi, postare foto ed inserire i tuoi video sul tuo blog personale. In un blog del genere, i modi per guadagnare sono diversi. Innanzi tutto potresti avere alle spalle un’agenzia viaggi, organizzare itinerari o possedere immobili ed attività turistiche. Oppure essere un travel blogger, ti lascio qui la guida come fare il travel blogger e guadagnare.

Conclusioni

L’e-commerce sta diventando il nuovo protagonista del customer journey e non si può immaginare di aprire un’attività senza vendere online.  Se vuoi aprire un sito web per il commercio elettronico ti consiglio di leggere la guida come aprire un negozio online da zero.
Se hai in mente di distribuire un prodotto creato da te o per cui fai da intermediario, apri un e-commerce e comincia a guadagnare da subito! Mi raccomando però: ragiona sulle scelte migliori da apportare per te, il tuo pubblico e i tuoi guadagni. E se non sai bene come fare, affidati agli esperti del campo.

Fai crescere rapidamente la tua Mailing List con Sendinblue e WPForms

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della nostra community di creativi.

Ricevi eBook, guide e Tutorial Gratis!

Cresci giorno dopo giorno insieme a noi, leggendo gli articoli ed i tutorial sulla tua email.



Seleziona i motivi per i quali posso contattarti:



Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche sulla privacy, visitare il nostro sito Web.
Sono al corrente che iscrivendomi potrei ricevere consigli, tutorial, articoli e comunicazioni commerciali e informative.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi dell'articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e anche per comunicazioni commerciali e informative su Eventi, Prodotti e Servizi di Monacodesign.it Leggi l'informativa.